Febbre fuori

Ha avuto una lunghissima gestazione, questo romanzo.

L’ha iniziato Valentina. A un certo punto Alessandro si è inserito, e da lì in poi i contributi si sono intrecciati negli anni e nelle revisioni molteplici attraverso cui è passato.

Alla fine abbiamo deciso di metterlo fuori.

Inizia con un fulmine, finisce con un urlo.

È un gotico (post)rurale ambientato in un immaginario paese pre-appenninico, stretto tra monti selvaggi e vallate interessate dalla speculazione edilizia, ai giorni nostri, o quasi. Al centro un quartetto di personaggi “stranieri” che arrivano per varie strade, con diverse motivazioni, dall’esterno, dal mondo “di fuori”: come un reagente chimico il luogo, umida singolarità incrostata di male, agisce su di loro, e viceversa.

L’idea di base è da una parte il lavoro sulle categorie del fantastico, dall’altra quello sulle forme di una narrazione oltre-antropocentrica, forme in cui quello umano non è più elemento dominante ma con-vivente insieme alle altre dimensioni dell’essere.

Comunque, ora è qui, nel caso interessasse.


3 risposte a "Febbre fuori"

  1. Ciao cari,
    ho finito stanotte di leggere Febbre Verde. Dapprima mi sono sentita privilegiata dal fatto di conoscervi un po’ e di guardarvi occhieggiare sotto la maschera dei personaggi.
    Il ritmo della narrazione, così convulso per frammenti fulminei, a volte mi ha disorientato (abbiate pietà, c’ho una certa…)
    Costretta più e più volte a lasciare la lettura per riprendere subito dopo con la brama di scoprire gli sviluppi.
    Credo mi siano sfuggiti alcuni riferimenti (confesso la mia ignoranza).
    Ho apprezzato molto però la linea Verde della Febbre, lungo la quale ho respirato odori di muschio e foglie e incrociato lo sguardo delle creature che mi sono care.
    Molto interessante la questione della macroempatia… da approfondire!
    Ecco. Perciò, aspetto di leggere il sequel

    1. Carissima, grazie mille della gentilezza. Se poi hai qualche dubbio in particolare che vuoi chiarire, scrivici pure, anche in privato. In ogni caso, onorati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...