GB in “Guarda me cosa dicio” 19

GB in fissa con il villain di Cattivissimo me 3: “È bellissimo Balthazar Bratt.”
Infatti: “È anni 80? No? Uffa, a me piacciono gli anni 80!” (piccoli BB crescono)
O anche: “Voglio fare la lotta con la musica degli anni 80, così ballo e non mi prendi.”

Causa impegni genitoriali a Roma, lo è andato a prendere all’uscita di scuola la madre di una compagna di classe, che lo ha ospitato a pranzo. Con l’amica hanno mangiato, hanno visto Il grinch, hanno giocato. Commento giordanesco ai genitori: “Ah, finalmente posso stare un giorno senza di voi!”

“Non mi chiamo più Giordano Bruno, ma Banco Distruttore.”

“Papà, sono scassinato.”

“Papà, voglio che mamma mi costruisca un meccanismo per aprire e chiudere la porta.” Le maniglie non sono contemplate.

GB: “Toglimelo, sennò me lo finisco.”
Papusko: “Ma, sei come la mamma…”
GB: “Come la mamma, mi dispiace.”

Da fan della Kevin Spacey di Caparezza ne cita volentieri dei pezzi. Solo che interpreta, così che Syd e Nancy diventa Syd e Nexit.

A proposito di canzoni: post-visione di Diabolik canticchia volentieri La profondità degli abissi, abbiamo pure provato a imparare a memoria il testo.

Ha una nuova canzone. Molto più strutturata, forse grazie all’ascolto del suddetto Caparezza.
“Quanto vorrei per me e te
Quanto vorrei per me e te
Verde smeraldo, verde salvia, rosso fuoco
Quanto vorrei per me e te
Quanto vorrai per me e te
Sempre sarò a tua disposizione
Bianco è l’insieme di tutti i colori
Nero è quella cosa senza colori
Quanto vorrei per me e te
Io starò con te
Verde smeraldo e rosso sangue”
Continua, eh?, ma a un certo punto ci ha messo dentro il sindaco, e non è ripetibile.

(spoiler alert) Da quando, l’estate scorsa, ha visto Vampyr, ci tiene sempre a far sapere che il cattivo è il dottore.

“Leva.”
“Non lo vuoi ascoltare il radiogiornale Giò?”
“Sono solo timpani sprecati.”

Adesso ogni cane che si incontra bisogna obbligatoriamente chiedere il nome e se si può accarezzare.

“Posso farti vedere il mio fisichetto?” E tira su la felpa. Esibizionisti in erba.

Rituale serale dopo la lettura: “Abbraccio della buonanotte, bacio della buonanotte, carezza della buonanotte, tuz (tocco sul naso) della buonanotte, grattino della buonanotte, abbraccione della buonanotte (comprende pacche sulle spalle), naso-naso della buonanotte, massaggio della buonanotte, ciao della buonanotte, buonanotte della buonanotte.”


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...