Ex Libris 373 (10 opere)

Foto del 22-01-20 alle 16.16

Conoscevo uno che sbagliava sempre le parole. Una volta voleva dire polipo, ha detto flauto.

Io e Squarcialupi siamo morti già da tre o quattro anni, ma è meglio che non si sappia in giro.

Tranne me e te, tutto il mondo è pieno di gente strana. E poi anche te sei un po’ strano.

Le donne s’innamoravano sempre di quello seduto vicino a lui.

Facevo una bella guzzata e poi dicevo: Qua bisogna brindare. Brindare a cosa? diceva l’Ester.

Bottazzi, gli ho scritto che volevo ammazzarmi, e m’ha risposto solo dopo due mesi.

È già un po’ di anni che non vedo più un uomo assorto nei suoi pensieri.

Si va all’inferno, però uno non lo sa. Continua a chiedersi: Sarò all’inferno?

C’era Pascoli che andava sempre ad abitare nei posti dove vicino c’era una vigna di Sangiovese.

Io non ci ho quasi mai ragione. E poi dico sempre delle balle.

 

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...