Ex Libris 273 (chi decide per tutti? Risposta ovvia, sir)

Mi viene il sospetto che il legno e l’acqua, l’antico e il mutevole, siano i due poli dei ritmi naturali. La vita comincia nell’acqua e raggiunge la piena maturità nel bosco. Poi il giro ricomincia. Avidamente, vorrei un po’ dell’uno e dell’altra: diventare anfibio, osservare l’arrivo della primavera, il momento clou del mondo vegetale, stando … More Ex Libris 273 (chi decide per tutti? Risposta ovvia, sir)

Comunicazione di servizio…

…per i nostri affezionati 27 lettori: potrà accadere prossimamente – oppure anche no, chi lo sa – che il qui presente blog venga aggiornato con minore frequenza, rispetto all’attuale scansione bi-settimanale, causa GB, gatti, casa, scritture, lavoro, gite, varie, eventuali. Con l’occasione, ci pregiamo di proporre alla vostra riflessione una piccola addenda all’ultimo ex libris: … More Comunicazione di servizio…

Ex Libris 272 (maestri)

La perdita del senso narrativo dell’esistenza è il vero significato della parola “precarietà”, dove il lavoro stesso è un job, un pezzo di ricambio, in una dimensione senza memoria, senza tempo, senza narrazione e senza consapevolezza; un presente perpetuo, sul modello delle tv, dove anche il futuro – che non c’è – se c’è è … More Ex Libris 272 (maestri)

Argentate notturne

Chi ci legge lo sa. Soffro di insonnia. Ora succede che da un po’ (cioè, da sempre, ma lo tenevo per me) io durante le veglie mi faccio i romanzi mentali. Proprio letteralmente. Ora per esempio sono alle prese con una tizia mollata dal  marito (ferrantiano) senza apparente motivo, lei è sui 40, vita in … More Argentate notturne

Our Home for Sale

At least, we have decided. We must move from Artena, and return to Rome… or nearest Rome. However. In an ancient village on the Lepini mountains we sell a detached house. On the first floor: big kitchen with fireplace, livingroom, two bedrooms, bathroom with a large shower. A big cellar on the ground floor, and … More Our Home for Sale

Ex Libris 270 (Secondo Claudio Rocchi)

Nel ’69, l’anno delle agitazioni studentesche, avevo fondato nel mio liceo un partito, LSD, Lega Studenti Democratici, con tanto di volantini e programma politico. Come al solito venni completamente frainteso e mi ritrovai all’opposizione del movimento studentesco. Io predicavo con grande successo, specialmente tra le ragazze, l’allargamento della coscienza. Vivevo in un impunito e impunibile … More Ex Libris 270 (Secondo Claudio Rocchi)